Browsing Tag

SEMPLICE

Una vita semplice
Pensieri al femminile

UNA VITA SEMPLICE

Mi domando chi di noi non desideri una vita più semplice.
Meno impegni lavorativi, più tempo libero, godersi le relazioni salubri e gli affetti, ogni giorno.
Qual è il desiderio più profondo che celiamo?
Piantare tutto per aprire un ristorante italiano in Costa Rica o in Micronesia?
Personalmente non amo il clima caldo e umido e ho inoltre necessità di alternare momenti in cui sto a contatto con la natura a momenti in cui mi godo il calore e il guscio protettivo della mia casa e delle mie cose.
Il mio desiderio profondo è potermi dedicare ad un compito alla volta.
Senza l’assillo del quotidiano.
Della preparazione dei pasti, ad esempio, che inizia alla spesa, che richiede un certo impegno, se si segue un’alimentazione salubre e termina in cucina, per molto tempo, a mondare verdure e cucinare pasti di alta qualità.
Dalle faccende domestiche, per cui ho una naturale avversione.
Dalle risposte alle molte richieste di aiuto che mi inviate ogni giorno anche qui e a cui, ahimè, non posso dare risposte esaurienti, perchè non vi conosco e per come la concepisco io e per come svolgo la mia attività lavorativa, la medicina naturale, può dar risposte solo vis à vis.
Dal mio nuovo nascente blog, che un amico mi sta aiutando a realizzare e non vedo l’ora di condividere con voi.
Vorrei potermi concentrare sulle terapie naturali da cucire ad personam sui miei amatissimi assistiti, leggere tutti i libri che voglio, assaporare lunghe ore di ininterrotta creatività, mentre leggo o scrivo, di cui la mia anima si nutre e gioisce.
Ogni giorno ed ogni notte.
Se riposiamo un buon numero di ore, ci alziamo presto (io stamane alle 5 in punto, l’ora degli yogi, certo è perchè il gatto ha fatto una danza della pioggia sul mio letto, ma insomma che importa) e ci volgiamo con un animo ben disposto (dopo aver pregato) alla giornata, è possibile!
Gratitudine è la chiave.
Per ciò che si è, per ciò che si ha, per la nostra vita.
Ieri ho ritrovato un paio di occhiali che credevo perduti per sempre e gioivo come una bambina.
Son le piccole cose quotidiane, le piccole scelte e i minuti gioiosi di ogni giorno che rendono la vita degna di esser vissuta.
Certo, grandi obiettivi, purchè non si disperdano energie in faticosi e forzati piani quinquennali dettagliati.
Perchè non servono a nulla, se non a mettere a dura prova quella meravigliosa macchina da guerra che è il nostro cervello nel realizzarli.
E lo stress, noi terapeuti seri ed aggiornati lo sappiamo, uccide.
E’ il più potente immunosoppressore del secolo scorso e pure di questo.
Impariamo cosa è fondamentale per la nostra felicità.
Ed infischiamocene bellamente del parere di chiunque.
Le persone che ci criticano lo fanno per mille motivi, ma credetemi, nessuno è quello giusto per voi.
Di solito è la miseria delle loro vite a guidare le loro povere lingue a blaterare.
La semplicità illumina la nostra vita dall’interno.
La vera semplicità è allegra e generosa, libera gli spiriti depressi dalla schiavitù e dal peso degli eccessi.
La vera semplicità può elevare i momenti ordinari, le vite squallide di chi sparla degli altri e persino oggetti inanimati (basti pensare alle opere d’arte nelle nostre chiese, che mai osserviamo).
Oggi pensa soltanto a quanto può esser attraente la semplicità.
Immagina un’orchidea ciclamino in un vaso bianco, su un tavolo di legno e cristallo, con la luce del mattino che entra dalla finestra, il fiume che scorre, un castello medievale sullo sfondo a togliere ogni dubbio sul fatto che il tempo non esiste, l’aroma e il chiarore tremolante di una candela naturale alla vaniglia e abbi fiducia.
Sì, abbi fiducia, che attraverso il balsamo della semplicità, la tua anima stanca stremata, può scoprire il luogo in cui dovresti essere.
Basta cercarla nel cuore.
caminolibri

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.